Carnevale Diocesano degli Oratori


 

Il Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile in collaborazione con il Coordinamento degli Oratori Sangavinesi e in continuità con la bella esperienza del Carnevale Diocesano degli Oratori vissuta gli anni precedenti, propone – per il IV anno consecutivo – il Carnevale dedicato ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie degli Oratori della Diocesi di Ales-Terralba.

Il desiderio è quello di far sperimentare, ancora una volta, nella gioia e nell’allegria, un carnevale “alternativo” e dedicato in modo particolare alla FAMIGLIA: un carnevale che auspica un ritorno alle origini, capace di far divertire senza necessità di ricorrere ad eccessi e trasgressioni ma rifacendosi a quei valori tradizionali che il carnevale da sempre porta in sé, quali la capacità di stare insieme, di praticare il gioco, di suscitare il desiderio di “tornare un po’ bambini” negli adulti e di far vivere ai bambini e ai ragazzi la bellezza di un divertimento sano e pulito, all’insegna dell’amicizia e dello stare insieme, in una serata intergenerazionale.

Svolgimento: L’iniziativa prevede alle ore 15.00 il raduno di tutti i partecipanti, presso la piazza della Chiesa di S. Lucia da dove prenderà il via la sfilata musicale animata che prevede il seguente percorso: via Convento, viale Trieste, via Torino, piazza Cesare Battisti, via Roma, per giungere infine nel piazzale del parcheggio dell’Ospedale “N. S. di Bonaria”, dove – nella struttura del Capannone Polivalente – avrà luogo la conclusione con giochi, balli e merenda (zeppole comprese).

Il termine dell’evento è previsto per le ore 20.00 circa.
La partecipazione è gratuita. Si chiede – se possibile – un contributo per la merenda: frittelle, dolci, snack, bibite e quant’altro saranno graditi! Il tutto sarà condiviso a fine serata.

Animazione: La serata prevede tre momenti.
1) Sfilata animata per le vie del paese. Agli animatori accompagnatori si chiede aiuto per coinvolgere i propri bambini e ragazzi e fare in modo che la sfilata sia davvero un momento di gioia e festa.
2) Festa. Per ovviare al clima invernale che scoraggia attività all’aperto, vivremo la serata all’interno del Capannone Polivalente ubicato nel piazzale/parcheggio dell’Ospedale. Ogni oratorio (o paese), con la partecipazione alle attività che saranno proposte, dovrà cercare di guadagnare quanti più punti possibili tra quelli messi a disposizione. Criteri di valutazione saranno il coinvolgimento, l’unione, l’entusiasmo, e il rispetto delle regole.

In palio – a conclusione delle sfide –  ci sarà il trofeo di carnevale, la “Zaff’s Cup” (vinto lo scorso anno dall’oratorio di Ales) che verrà custodito dai vincitori fino all’edizione dell’anno 2018, quando verrà rimesso in gioco.
3) Merenda (sempre all’interno del capannone polivalente). Concluso il momento di gioco condivideremo quanto avremo portato. La zeppolata chiuderà il nostro stare insieme.
Note tecniche:
1) Chi arriva con autobus privati potrà recarsi direttamente nella chiesa di S. Lucia (luogo del raduno) e poi far spostare il bus nel parcheggio dell’ospedale da dove si potrà ripartire alla conclusione della serata.
2) I contributi per la merenda si potranno consegnare direttamente nella chiesa di S. Lucia: sarà compito dell’organizzazione trasportare nel luogo dove si farà la festa, quanto raccolto.
3) Si chiede a ciascun oratorio (o paese) di preparare uno SLOGAN – cantato, recitato, ballato – da poter eseguire durante la serata. Lo slogan servirà anche per un gioco durante la serata.
4) Per questioni organizzative e di sicurezza, si chiede a ciascun oratorio di comunicare (all’email pgalesterralba@gmail.com) entro martedì 21 febbraio il numero complessivo (anche approssimativo) di partecipanti.