School of life: una “scuola” tenuta da…Francesco.


Con il secondo appuntamento vissuto lo scorso dieci febbraio la scuola di vita per giovani pensata dal Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile, ha proiettato i circa cinquanta giovani presenti in una dimensione tutta vocazionale. Grazie alla riflessione e agli interrogativi proposti dal nostro vescovo p. Roberto (che in questa sesta edizione dell’esperienza cura la parte biblica e narrativa con il supporto delle fonti francescane) i giovani di età compresa tra i sedici e i trenta anni e provenienti da diversi paesi della diocesi, si sono messi in ascolto della Parola di Dio e hanno accolto la storia di quel giovane di Assisi che a un certo punto della sua giovinezza si è fatto stravolgere la vita da un Crocifisso ricoverato in una vecchia e diroccata chiesa di campagna.

Un giovane Francesco già in ricerca e con il cuore inquieto e desideroso di vera felicità riceve un insolito mandato: riparare la chiesa! Caduto nell’equivoco si improvvisa muratore ma ben presto capisce che la missione conduce a ben altri e più alti obiettivi: non la chiesa (campestre!) ma la Chiesa ha bisogno di un solido intervento di ristrutturazione.

Così Francesco accoglie la sua vocazione all’amore e decide di rimboccarsi le maniche, amando e servendo…appartenendo!

E chiede a ciascun giovane di fare altrettanto senza scuse, senza paure e ansie.

“Signore io credo ma aiutami nella mia incredulità”, “Gesù dammi la forza di essere più sicura di me e di non perdere mai la speranza nella vita” sono solo alcuni dei pensieri che i ragazzi hanno voluto condividere scrivendoli in altrettanti biglietti letti e commentati alla fine dell’incontro e poi trasformati in preghiera.

A concludere la serata, come ormai tradizione, un piacevole momento di convivialità con la cena condivisa.

Prossimo appuntamento con la School of Life, venerdì 12 maggio alle h 19:00 sempre presso il Convento di S. Lucia a San Gavino Monreale.

Share

Lascia un commento